Manifesto per il buon utilizzo dei fondi europei

Sono ufficialmente aperte le adesioni al “Manifesto per il buon utilizzo dei fondi europei” predisposto da AssoEPI e da ISIPM per un più efficace ed efficiente utilizzo dei fondi europei. Il documento contiene 8 proposte in tema di “governance” e di competenze:

  1. selezione del personale e dei consulenti in base alle specifiche competenze ed esperienze professionali
  2. diffusa conoscenza delle tecniche di Europrogettazione e di Portfolio, Program e Project management
  3. applicazione dei principi di etica professionale e trasparenza
  4. adozione di modelli organizzativi orientati ai progetti
  5. utilizzo dell’approccio Portfolio-Program-Project management (PPPM)
  6. maggiore coordinamento tra i vari titolari di Programmi Operativi
  7. accresciuto ruolo degli Enti locali e territoriali per la realizzazione di interventi finanziati da fondi europei
  8. adozione di procedure semplificate ed omogene (utilizzo dei “work programme”, stabilità delle misure, criteri di assegnazione delle risorse che premino la qualità delle proposte progettuali, certezza dei tempi di valutazione e di assegnazione dei fondi, maggiore omogeneità nei bandi e nelle procedure di accesso)

Tutti coloro che condividono i principi e i contenuti del Manifesto sono invitati ad aderire all’iniziata compilando il seguente modulo: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLScHcoy_ofpr5Z4px7sZHj5ekxOOmabeWbm2zrs6pUX76j03kw/viewform?vc=0&c=0&w=1&flr=0&gxids=7628

Qui di seguito puoi trovare il Manifesto: https://www.assoepi.com/wp-content/uploads/2021/01/Manifesto_V-20gen21-bozza-finale-2.pdf

Io, ovviamente, ho aderito.

Codemotion 2021

Codemotion è la piattaforma comunitaria che da sempre supporta gli sviluppatori mettendo in relazione tra loro professionisti IT, community tech e aziende. Fondata nel 2013 da Chiara Russo e Mara Marzocchi, oggi è una scale-up con più di 50 dipendenti in 4 Paesi (Italia, Spagna, Olanda e Germania) impegnata nella costruzione di una tech community internazionale che orchestra opportunità di crescita, formazione e sviluppo professionale e veicola contenuti di qualità sulle ultime tendenze tecnologiche per i professionisti del settore.

In questi giorni community ha organizzato Codemotion Tech Conference, la conferenza tecnica multitrack fatta da sviluppatori per sviluppatori con ben 3 giorni di Tech talk, keynote, attività hands-on, case study sulle più recenti tecnologie.

Purtroppo non si può seguire tutto e tutto insieme quindi mi sono focalizzato sulla parte backend (Bravo Liran Tal) e sulle tecnologie emergenti. Bella iniziativa, bravi gli organizzatori.

Arriva Java JDK 16

Annunciata da pochissimo da Oracle è già scaricabile è arrivato il nuovo aggiornamento di Java.

Le novità sono tante, acune interessano gli sviluppatori altre invece colpiranno sicuramente la fantasia degli investitori e degli architetti di sistema. da questo punto di vista quella che a me pare più di rottura dello status quo e l’aver incluso Graal virtual machine Enterprise a titolo gratuito. Nei prossimi giorni inoltre sarà presentato anche Spring 2021, spring è un framework diffusissimo al punto di avere quasi la metà del mercato delle applicazioni web basate su Java. Insomma ci saranno dei cambiamenti Ed in più di qualche caso anche qualche stravolgimento di progetti.

I miei rispetti

Space Linux

#linux, #spacex, #cybersecurity, #elonmusk dallo il via alla nuova costa spaziale.

A questo lancio storico ha contribuito il mondo #Open Source che ha portato a programmare il #software del #Falcon 9 su una versione del sistema #operativo #Linux.

Lo scorso fine settimana, #SpaceX (società spaziale privata guidata da Elon #Musk), ha fatto la storia lanciando in orbita una coppia di #astronauti della #NASA, un risultato che potrebbe sconvolgere l’equilibrio del settore #spaziale internazionale.

Stack overflow programming era

Prima c’era la manualistica, Norton ne era il profeta, ed il grande uso del help in linea, e con loro decine di pubblicazioni e riviste sulla programmazione. E c’erano le BBS ed i repository scambiati attraverso il modem. Poi la rete cambiò e tutti ma proprio tutti diventano più bravi.

Con l’epoca di internet arrivarono le chat, IRC fu la prima, venne l’epoca i motori di ricerca, Altavista, Yahoo e quello nato dalla Carnegie Mellon University che si chiamava Lycos e fu il più visitato al mondo. Bumm ecco Google ed il suo magico pulsante “mi sento fortunato” e non ce n’è più per nessuno dicevano. Fu un errore.

Adesso è il punto di riferimento indiscusso tutto degli snippet e del copia-incolla. Ed io mi domando soltanto cosa verrà dopo.

Open data ed informazione

Il sistema di elaborazione grafica della John’s Hopkins university è uno dei più usati da istituzioni ed informazione per descrivere l’andamento della pandemia del covid-19.

Questa non è, naturalmente, l’unica mappa o sistema di elaborazione infografica basato sugli Open data legati a questa diffusione pandemica tuttavia ha acquisito una grande autorevolezza. Superiore a quella dei blasonati concorrenti come l’elaborazione effettuata da Microsoft sulla propria piattaforma Here e sulle varie iniziative basate su ArcGis, questo nonostante la grande disponibilità di esperti di sistemi informativi territoriali, quelli che si chiamano gis appunto, presenti nella nostra nazione.

A mio avviso un caso particolare può essere rappresentato dall’assenza dell’Istat che pure è dotata di un dipartimento che si occupa di sistemi informativi territoriali con rappresentazione in forma di mappe, Gistat, è di un notevole professionismo. Potrebbe non essere un investimento sbagliato lo sviluppo di uno spin-off che assieme con aziende ed università possa competere in questo campo con le più importanti realtà internazionali e rappresentare una fonte primaria ed affidabile per l’informazione italiana ed internazionale anche sulle dinamiche a più rapida evoluzione, come sta accadendo con il covid 19. Ne ho scritto al ministro per l’innovazione, Paola Pisano, segnalando questa opportunità anzi questa che potrebbe essere una iniziativa di livello strategico.