I pentastellati

Ancora non gli è chiaro come chiamarci, se grillini, pentastellati o quelli del MoVimento.

Grillini, Pentastellati o quelli del MoVimento?

Ancora sembriamo degli outsider, dei casi strani non identificabili con i volti noti della politica locale, sulle cui storie personali la cosa più scandalosa che si riesce a trovare è una multa pagata in ritardo od una vecchia pagella con un rimando in geografia.

Non si parla più di “AntiPolitica”, questo termine è quasi scomparso…

Però le cose cambiano, l’antipolitica è quasi scomparsa da titoli e testi di stampa e con lei la stupida posizione di definire i cittadini “dilettanti allo sbaraglio”. E c’è di più, sanno che le cose cambieranno ancora, sanno che stavolta #VinciamoNoi non è solo un augurio od uno slogan, è semplicemente il trailer di come andranno le elezioni.

Annunci

Orvieto 5 Stelle è certificata M5S!

Ci credevamo, ci siamo impegnati duramente e alla fine l’abbiamo fatto!

Orvieto5Stelle è una realtà, è la lista certificata M5S ed è espressione del Meetup di cui ho l’onore d’essere fondatore ed attuale organizer.

Meetup-orvieto-logo1

Non è stato un successo scontato, sul territorio abbiamo un altro “meetup” e tanta confusione gettata dagli ex candidati M5S alle politiche che hanno dato vita ad una lista alternativa.

Noi siamo stati quelli del NESSUN COMPROMESSO: nessun accordo con chi ha caricato Pd e massoneria all’interno degli incontri regionali. Una posizione che ha costretto in regione il formarsi di schieramenti.  Siamo stati quelli che sul territorio hanno fatto un autentico fiato sul collo, hanno prodotto decine di progetti di sviluppo, mobilità sostenibile, risparmio, recupero, aggiornamento tecnologico, realizzato uno “Sportello dei diritti” di fronte all’ex tribunale divenuto punto di riferimento della cittadinanza in difficoltà, siamo stati a raccogliere firme, spostare la sede, fare un cineforum, ad individuare frane e dissesti, a proporre strategie turistiche e commerciali, a gestire una crisi d’infiltrazione nel MoVimento, a crescere diventando un gruppo compatto, a condividere programma e persone ed infine eccoci qua. Il lungo lavoro, bello ma impegnativo, è stato riconosciuto.

Orvieto5Stelle è MoVimento 5 Stelle Orvieto e procede spedita verso le elezioni della mia città.
Ne sono davvero orgoglioso, grazie a tutti quelli che ci hanno dato una mano, insieme #VinciamoNoi.

Orvieto fantastica

Sono passati pochi anni da quando è iniziata la nostra avventura nel M5S come MeetUp Orvietano.

Meetup-orvieto-logo1

Ce ne hanno dette di ogni e per ogni nostro successo il livello di aggressione aumentava. Tra le cose più divertenti ricordo che un rappresentante di lista di “Scelta Civica” (Ricordate? Il partito scomparso di Monti) che pontificava: “Potete prendere voti nelle città industriali ma neanche se foste dei draghi riuscireste a presentare una lista ad Orvieto, od a raccogliere voti. E’ una città feudo che proprio non potete prendere.”

Io credo che Orvieto sia una città fantastica

Io credo che non ci sia un destino scritto.

Credo con forza nella gente e nell’esempio dei fatti.

Credo che Orvieto sia una città fantastica e che, anche se non ci saranno i draghi, i cittadini a 5 Stelle già bussano forte alle sue porte.

Io credo che l’incantesimo che teneva la gente attaccata alla Tv a credere ogni sciocchezza di un Gasparri o di un Buttiglione si sia finalmente spezzato.

Credo davvero che la gente voglia un cambiamento vissuto e non raccontato, portato avanti da persone irreprensibili ed esemplari, non soltanto brillanti, spumeggianti ma interessate, come troppe di quelle che si sono finora alternate al potere.

Faremo pulizia, e di quanto c’è di buono noi ne faremo tesoro

A noi restano i cocci di una cattiva politica nazionale e di molti errori locali, restano le fortezze ed i luoghi di mistero, il borgo antico e le ricette di una volta.

Noi di Orvieto ci impegniamo: noi faremo pulizia, e di quanto c’è di buono in questa città fantastica noi ne faremo tesoro.

EuroParlamentarie

Il MoVimento ha chiamato molti dei suoi iscritti ad impegnarsi per le Europee. Beppe Grillo lo aveva anticipato, lo sapevamo tutti e come attivisti già abbiamo cominciato incontri informativi di partecipazione e sensibilizzazione. Però poi quando sei solo al computer e leggi questa:

candidatura europee 1In quell’attimo, straordinario, immagini mille cose, dalla poesia di Whitman resa celebre in Italia dal film “l’attimo fuggente” ai vari dubbi sull’esserne all’altezza alla scelta di Neo in Matrix di andare a vedere cosa c’è davvero dall’altra parte. Ecco quest’ultima è diventata una vera sensazione “fisica”, man man che spostavo il dito verso la parte sinistra dello schermo del tablet quello che avrei potuto vedere senza stupore alcuno sarebbe stato questo.

matrix pillola rossa

Scherzi a parte vorrei che fossimo tanti candidati di questa regione, e che ci sia tantissimo spazio per idee e confronti, per far nascere un bel gruppo con i nostri vicini marchigiani, toscani e laziali.

Per cui rinnovo a tutti gli iscritti l’invito a partecipare, e ricordate: ogni caso, comunque vada, Vinciamo Noi!

Metti una sera a Otricoli

Ieri sera ero ad Otricoli, invitato dal MeetUp locale (grazie Giuseppe) con tanti cittadini a dialogare con il capogruppo al Senato Morra od al nostro senatore Stefano Lucidi sulle attività e sul ruolo del parlamento, sull’azione politica del MoVimento e sull’influenza che avrà nelle vite e nel futuro delle persone.

Qualcosa è cambiato in questi mesi: i cittadini non cercano più leader a cui dare un mandato, una delega, i cittadini vogliono partecipare, influenzare le decisioni, portare proposte, conoscere da vicino le cose. L’Italia è sempre più sveglia.

#VinciamoNoi.

Prima i giornalisti ci avevano assimilato a Forza Italia, in campagna elettorale eravamo tutti di Casapound, poi ci hanno assillato per mesi per aver perso l’irripetibile occasione di un accordo con il Pd, poi qualche settimana fa eravamo a braccetto con la Lega. Ora salta fuori che in Europa saremo con Le Pen e il Fronte Nazionale. Ripetiamo per l’ennesima volta: il M5S NON FA ALLEANZE, ma valuta di volta in volta le proposte nel solo e unico interesse della collettivita’ e dei cittadini. Ormai dovreste averlo capito !!!

Davide Barillari, consigliere M5S regione Lazio

La nostra credibilità deriva dai fatti.
I programmi (soprattutto questa volta) saranno tutti uguali, ce li copieranno, li rielaboreranno. Non è più sui programmi che si gioca la campagna elettorale, ma sulla credibilità delle forze politiche che li portano avanti.

Luigi di Maio, Vice Presidente della Camera dei Deupati, M5S

Il Best party

Reykjavik, Islanda

Nel 2010 le elezioni hanno incoronato come sindaco Jon Gnarr, e come prima forza politica il Best party (letteralmente “il miglior partito”), la formazione nata nel 2009 come provocazione verso la politica islandese.

sembrano una sorta di (bel) meetup del nord Europa

I ragazzi del Best Party si sono dati un gran da fare, con una serie di azioni politiche e di propaganda non convenzionali, portando nel frattempo idee e proposte, progetti ed istanze di trasparenza e semplicità.

Nel giro di pochi mesi si è trasformato da moMartin -Schultz.jpvimento di protesta a un vera e propria forza politica che ha travolto quei partiti che Martin Schultz (probabile prossimo commissario europeo, foto a destra) avrebbe definito come appartenenti alla “tradizionale” democrazia rappresentativa.

A guardarli da qui sembrano una sorta di (bel) meetup del nord Europa e ci fa pensare che, probabilmente, la democrazia rappresentativa “tradizionale”, con le consuete divisioni tra destra e sinistra, tra conservatori e laburisti, stia stretta anche ai cittadini di altri paesi e non solo a noi del M5S italiano.

Personalmente trovo questi ragazzi fantastici e mi dicono che, con loro,  Reykjavik stia godendo di un periodo davvero ispirato.

Quello che segue è… beh, è il loro programma elettorale in musica, i sottotitoli sono in inglese, ma perfettamente traducibili con i nostri #tuttiacasa e #vinciamonoi. Divertitevi.

Verso l’Umbria a 5 Stelle

Le recenti questioni di “certificazione” ed i vari “tavoli di mediazione” e garanti hanno posto una questione relativa alla regione.

C’è bisogno di una svegliata, di una presa di coscienza che tutti insieme non significa mettere d’accordo tutti, ma, nel solco del programma M5S e del Non Statuto, partecipare tutti alle attività per una regione a 5 Stelle.

worldle umbriaAlcune parole chiave potranno permetterci di affrontare gli argomenti per i quali alla fine, attraverso la rete, selezioneremo le persone che li porteranno in regione.

Quello delle parti comuni dei programmi per i comuni a 5 Stelle è un capitolo della nostra storia tutto da scrivere.

Cogliamo l’occasione delle prossime amministrative per cominciare ad approfondire le tante tematiche di sviluppo, trasporti, acqua pubblica, connettività ed energia nel rapporto tra i programmi elettorali dei comuni a 5 Stelle.

Se vinciamo questa sfida non avremo rivali: #VinciamoNoi

taccuino-umbria-colore