Contro il degrado occorre più di una passeggiata

Stamattina c’era la passeggiata contro il degrado prevista alle 9.30 è stata rinviata con un post del Sindaco uscito alle 10, dove si dice che si rimanda causa maltempo.
In effetti è nuvoloso ma non c’è pioggia; tuttavia il rinvio me lo aspettavo dopo le troppe polemiche di questi giorni.
Io comunque in centro c’ero lo stesso e questa passeggiata l’ho fatta.
Il settore vigilanza non era “evidente” nonostante il famoso ordine di servizio per i controlli a piedi, c’erano i Carabinieri che però, si sa, hanno altre mansioni così negozi del centro ed i super sono già nuovamente piantonati militarmente dai soliti “professionisti” della richiesta di denaro spiccio.

Le bacheche e le vetrine dei negozi sfitti continuano ad essere brutture evitabili che lasciano il senso di un luogo senza la giusta cura.

L’iniziativa del mercato antiquario a Palazzo dei Sette funziona, potrebbe andare meglio se fosse promossa tra le iniziative del Comune e se, per i costi, non si demandasse troppo alla cooperativa Carli, vero asso piglia tutto dei beni pubblici sui quali, e per i quali, andrebbe aperta una discussione. Continua a leggere “Contro il degrado occorre più di una passeggiata”

Etichettatura energetica europea

Ho uno strano rapporto con il portavoce in Europa Dario Tamburrano, attuale capo delegazione del ‪#‎M5S‬ al European Parliament (Parlamento Europeo). Con lui ci vediamo un paio di volte al mese assieme a tanti altri, si parla di fondi europei, di tecnologia, di politica, buongiorno, arrivederci e poco più.
Sempre orientati al lavoro od a fare cose pratiche come installare una pedana per le carrozzine all’ URL/Tamburrano – Unità di Resilienza Locale o raccogliere le pubblicazioni da ridistribuire.
Con gli altri europarlamentari e portavoce il rapporto è più empatico ed in qualche caso davvero amichevole, ma molto meno pratico e tra noi ci si vede di meno nonostante la maggior vicinanza.
Attualmente sto seguendo il gran lavoro che ci tocca in Europa per l’etichettatura degli elettrodomestici relativa al consumo dando il mio personale piccolo contributo al “report” (ovvero alla legge europea) che sta sviluppando proprio Dario.

Restate sintonizzati…

Falsa partenza

Sui oltre cento candidati appena otto si sono messi in gioco accettando la candidatura a portavoce presidente. OTTO.
Troppi veti incrociati tra meetup, un mobbing nei confronti di alcuni ed una delegittimazione continua che va dai conflitti d’interesse alla precedente storia politica, dalle presunte iscrizioni a massonerie di provincia alle solite accuse di arrivismo.

E poi?

Al solito rischiamo una falsa partenza con una risicatissima rosa di nomi con pochi outsider ed un potenziale confronto a tre. Troppo poco per chi vuole e chiede la democrazia diretta.

I candidati sono tutti legittimati ma il potenziale del M5S è rimasto inespresso.  E’ tutto molto ITALIANO.

italiani e rivoluzione contro il sistema

Tempo!

E’ un bel po’ di tempo che non aggiorno questo blog e c’è un motivo, credo, abbastanza buono.

lucia europarlamentoEra necessario che Lucia Vergaglia (nella foto qui sopra all’Europarlamento con il portavoce Piedicini ed i deputati umbri Gallinella e Ciprini) si potesse fare largo senza l’ingombrante ombra del sottoscritto.

In 4 mesi ne sono successe di cose, abbiamo conquistato spazio e riconoscibilità rompendo l’asse sinistra-destra e portando in maniera nuova ed efficace le istanze del M5S.

Affitti d’oro, trasparenza e legalità con le discussioni sulla “Carta di Pisa”, Pinicidio, l’abolizione di Equitalia, gli interventi nella vicenda della crisi industriale Electrosys sono parte delle piccole vittorie che abbiamo incassato. Abbiamo subito anche delle sconfitte brucianti come il rifiuto, qui nella città del Folk, della cittadinanza onoraria a Francesco Guccini ed abbiamo visto respinta la richiesta di focalizzare il recupero dell’area industriale di Bardano basandoci sul Made in Italy.

Lucia non si è scoraggiata, autocritica si, ma ricordiamoci che quando vinciamo noi forse c’è un po’ di merito, ma quando veniamo sconfitti il merito (la colpa o la responsabillità) va alle altre forze in campo ed a lungo termine quella responsabilità, qualla colpa peserà come un macigno su di loro.

Oggi la situazione è cambiata dalle Comunali 2014. Non sono più l’ombra ingombrante, è la portavoce Vergaglia che è conosciuta e riconosciuta e che giganteggia in Consiglio Comunale, rispettata per la grande qualità del lavoro, per lo spessore politico, per l’umanità e la vicinanza ai cittadini tutti. Ora posso tornare, con una certa tranquillità, a scrivere ed a pubblicare… a far danni insomma.

Il buongiorno si vede dal mattino

Lucia Vergaglia

E’ stata una giornata splendida.

Abbiamo presentato il candidato Sindaco di Orvieto5Stelle e molti dei candidati tra la gente della città. Potevamo farlo in un gazebo, dietro una scrivania, in un happening od in un locale alla moda ma abbiamo preferito fare così e con noi c’erano 8 Deputati del MoVimento 5 Stelle per darci manforte in una improvvisata del #NonCiFermateTour assolutamente fuori programma (grazie ragazzi). E’ andata alla grandissima, abbiamo incontrato tanta gente, inclusa l’attuale amministrazione, ed abbiamo fatto conoscere ai cittadini la disponibilità e la capacità di dialogo dei nostri portavoce. Poi tutti a pranzo per un menù a chilometro zero. Che dire oltre… ah, si… se il buongiorno si vede dal mattino, stavolta #VinciamoNoi.

View original post